• baby

CONSIGLI

Succhietto...fino a che età?

Quando bisogna interrompere l'uso del succhietto? In seguito, indichiamo alcune regole semplici per evitare che la separazione dall'amato succhietto sia traumatica:

Per semplificare il momento della separazione del succhietto si consiglia di evitarne l'uso eccessivo. Vale a dire, non avvicinarlo alla bocca del bambino anche quando non lo chiede o per farlo tacere ogni volta che piange. Il succhietto deve essere utilizzato solo quando è necessario e bisogna toglierglielo non appena si addormenta per evitare che lo tenga in bocca troppe ore e che si svegli ogni volta che gli cade.

Un momento appropriato per ridurre o eliminare l'uso del succhietto è quando il bambino inizia a gattonare o a fare i primi passi. Dimostrerà interesse per attività nuove e la voglia di conoscere ed esplorare semplificherà la sua rinuncia al piacere del succhietto. Inoltre, dobbiamo evitare che il bambino si affezioni solo ad un tipo di succhietto o lasciarglielo attaccato con la catenella tutto il giorno quando si muove per la casa facendo piccoli passi o gattonando.

- Se ha utilizzato il succhietto solo per dormire, sarà facile toglierglielo dopo i due anni di età.

- Per aiutare il bambino ad abbandonare il succhietto, si consiglia di scegliere un periodo tranquillo.

- Bisogna proporgli un buon motivo per rinunciare al succhietto: "Lo daremo a Babbo Natale".

- Si sconsiglia di conservare il succhietto nascosto in casa perché si potrebbe cadere nella tentazione di ridarglielo.

- Consolare e congratularsi con il bambino per l'atteggiamento da grande che sta assumendo. In questo modo, si sentirà orgoglioso per aver accettato questa rinuncia importante che lo conduce verso il mondo dei bambini grandi.

- È importante ridurre progressivamente l'uso del succhietto: prima di tutto eliminarlo nel pomeriggio, durante il pisolo pomeridiano, ecc.

- Di notte si offrirà al bambino un bambolotto o qualsiasi cosa che lo aiuti ad accettare questa nuova situazione.

- Non ricorrere mai a castighi e umiliazioni. L'abolizione deve essere interpretata come una conquista e non come un castigo.

- Non dobbiamo avere fretta ed è importante rispettare il ritmo di ogni bambino