• baby

CONSIGLI

Falsi miti sull'allattamento materno

Allattare al seno è una delle azioni più antiche e istintive che esistano. Ma allo stesso tempo è un'esperienza su cui esistono ancora numerosi falsi miti. Per aiutarti a conoscerli, elencheremo alcune affermazioni che dovrete scartare e togliervi dalla testa.

NON È VERO CHE...

La poppata non deve durare più di 5-10 minuti o che questo sia il tempo sufficiente per il bambino per saziarsi.

Ogni bambino è diverso e segue il proprio ritmo, anche per mangiare. Alcuni succhiano in modo vorace e si saziano subito; altri invece, si concedono delle pause e hanno bisogno di più tempo. Il flusso di emissione del latte materno varia da donna a donna. Se si allatta con l'orologio in mano si corre il rischio di impedire al bambino di terminare la poppata. Si consiglia di osservare il bambino e lasciarsi guidare dal suo istinto. Quando sarà sazio smetterà di succhiare da solo, soddisfatto del pasto.

NON È VERO CHE...

Nella stessa poppata è necessario offrire entrambi i seni al bambino.

Nei primi mesi di allattamento si consiglia di farlo. Ma una volta che l'allattamento si è instaurato, non è necessario seguire questa raccomandazione. Quindi, se il bambino è stato allattato solo da un seno, nella poppata succesiva gli offriremo quello da cui non ha mangiato.

NON È VERO CHE...

Il latte materno può essere di scarsa qualità e quindi impedire la crescita del bambino.

Se il bambino non cresce correttamente, non sarà colpa del latte materno. Nella maggior parte dei casi si tratta solo di un problema di suzione o di qualsiasi altro ostacolo durante l'allattamento. Consultare il pediatra per scartare che il bambino soffra di eventuali disturbi.

NON È VERO CHE...

I bambini che vengono allattati a richiesta sono troppo coccolati.

Allattare il bambino ogni volta che lo richieda non significa che acquisisca un vizio. Si offre al bambino ciò di cui ha bisogno per garantire una crescita corretta. Inoltre, è stato dimostrato che in nessun caso acquisisce cattive abitudini, bensì una maggior fiducia in se stesso.

NON È VERO CHE...

Allattare dopo l'anno di vita non serve a nulla perché la qualità del latte peggiora dopo sei mesi.

In base alle esigenze del bambino in crescita si modifica sia la quantità che la qualità del latte materno. Quindi, sebbene le poppate non abbiano la stessa frequenza dei primi mesi, forniscono al bambino sostanze importanti.